Domotica: scienza per la qualità della vita

Immagina di avere sete di notte: ti piacerebbe se la luce della cucina si accendesse da sola quando entri? Saresti più tranquillo sapendo che i tuoi parenti sono al sicuro grazie a dispositivi smart? Ti piacerebbe non dover più appendere cartelli con scritto “spegnere la luce” nelle varie stanze della tua azienda? Se la tua risposta a tutte le domande è “sì”, non ti resta che scoprire i vantaggi della domotica.

Il termine deriva dall’unione del latino domus (casa) e informatica e indica l’applicazione di dispositivi tecnologici nella gestione delle abitazioni e di tutti i luoghi frequentati e vissuti dalle persone. È una dimostrazione di come la tecnologia possa essere al servizio del comfort e della qualità della vita, migliorando anche l’esperienza di piccole azioni quotidiane, come l’accensione delle luci.

Vizio ultramoderno o comodità?

Fino a non molti anni fa, la domotica sembrava una prerogativa delle persone economicamente molto abbienti, che volevano vivere nelle case “futuristiche” presenti nell’immaginario comune. Oggi, invece, i prezzi dei singoli dispositivi smart sono in ribasso e sappiamo che l’efficienza di un’abitazione è molto più di un semplice status symbol: è una vera e propria comodità.
Per arredare un ambiente con un sistema domotico integrato, è utile che i dispositivi possano comunicare tra loro ed esistono degli appositi hub che semplificano il controllo dei device. Possiamo gestire e persino automatizzare l’illuminazione, il clima, le porte, l’elettricità, i sistemi di sicurezza e molto altro ancora in modo semplice e veloce. La domotica, quindi, permette di risparmiare tempo e agevolare anche la vita delle persone più anziane.
Amazon, per i suoi spot pubblicitari sui celebri dispositivi Alexa, ha adottato lo slogan “Tutto ciò che ti serve è la voce”, ponendo l’accento sulla semplicità di utilizzo dei suoi servizi, messaggio coerente con la comunicazione dell’azienda di Seattle.

Un altro aspetto fondamentale della domotica è il risparmio energetico. Infatti, i dispositivi tecnologici ci consentono di personalizzare il funzionamento dei nostri ambienti e minimizzare gli sprechi, è una qualità imprenscindibile al giorno d’oggi e ne è un esempio la possibilità di modificare l’intensità delle luci in base all’illuminazione esterna.

La gestione dei sistemi di sicurezza non è da meno, infatti, è possibile installare telecamere controllabili anche da remoto con il proprio smartphone, permettendoci di dire addio a tante preoccupazioni e intervenire per tempo in caso di intrusioni sgradite.

Domotica ovunque?

Come già accennato, le scienze domotiche non si limitano alle abitazioni private, ma studiano tecnologie applicabili in vari ambienti: dalle piccole e medie imprese, fino alle grandi aziende e alle pubbliche amministrazioni, perché il comfort e la sicurezza sono fondamentali anche nei luoghi di lavoro e di studio.
È ormai chiaro che la domotica vada ben oltre l’assistente domestico virtuale simpatico con cui dialogare: si tratta, in definitiva, di un nuovo modo di pensare e vivere la vita di tutti i giorni.

Ma quali sono i contro? E come posso affrontarli?

I device domotici si collegano a internet, quindi, si possono presentare delle criticità a cui è bene essere preparati. Cosa succede se la connessione smette di funzionare? O peggio ancora: cosa succede se qualcuno viola il mio sistema di sicurezza? Quando si decide di creare un ambiente domotico, è importante sia acquistare prodotti di aziende affidabili, sia rivolgersi a persone esperte di trasformazione digitale e tecnici qualificati, capaci di rendere l’esperienza domotica sicura, comoda e funzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.